Una vecchia casa cantoniera abbandonata in un borgo alle porte di Contessa Entellina viene convertita a partire dal 2010 in luogo di meditazione e incontro.
Un’opera pensata per liberare sguardi, oltrepassare recinti, alleggerire, con gli equilibri della sua geometria.
La formazione di una coscienza nuova attraverso il LAVORO: non ci si rinchiude, ci si concentra per dilatarsi. Il Giardino dell’Eremo Blu rivela il dentro che ci nasconde, per abbeverarci alla Verità.

photo by Elisa Martorana and Francesco Muratore

This post is also available in: Inglese